La Cucina Italiana
Tutte le migliori ricette de La Cucina Italiana.
Leggi qui
Per gli auguri
In questa pagina troverai delle belle frasi per gli auguri.
Leggi qui
Per ridere
Perché abbiamo bisogno di barzellette? Perché vogliamo ridere.
Leggi qui
Calcio
La storia del calcio italiano.
Leggi qui
Citazioni
Una citazione è la ripetizione di un'espressione che viene riportata in un testo da una persona diversa dall'autore.
Leggi qui
Film
Film in Streaming e Serie Tv.
Leggi qui
Cinema
Trova il cinema più vicino.
Leggi qui
Musica
La musica è il prodotto dell'arte di ideare e produrre. Ascolta la tua musica preferita.
Leggi qui
Giochi
Giochi flash gratis. Clicca qui e gioca subito gratis.
Leggi qui
TV Online
Tutte le TV italiane in streaming visibili da smartphone, tablet e PC.
Leggi qui
Предыдущая
Следующая

Abruzzo

[real3dflipbook id="1"]

La parola Abruzzo

La parola Abruzzo secondo l’ipotesi più accreditata proposta per la prima volta dallo storico umanista Flavio Biondo deriverebbe da (ad) Praetutium, ovvero la terra dei Praetutii, antica popolazione italica che viveva nella zona dell’attuale Teramo. La Costituzione del 1948 contempla l’istituzione della regione Abruzzi e Molise, ma la riforma del 1963 stabilisce il distacco del Molise dall’Abruzzo. E’ tuttavia fin dal 1233, con la costituzione del Giustizierato ad opera di Federico II di Svevia, che viene identificato il territorio che da quel momento in avanti verrà conosciuto come Abruzzo.Quattro le province: L’Aquila, Chieti, Pescara e Teramo, 305 i comuni.
Si divide principalmente in una parte costiera nel versante orientale con le spiagge dell’Adriatico con numerosi lidi turistici, e in una parte montuosa dal lato occidentale con il Gran Sasso d’Italia, la Majella e il Sirente-Velino, con quattro parchi Nazionali e naturali, aree attrezzate e oasi del WWF. Molti anche i laghi (i principali sono il Lago di Campotosto, Lago di Scanno, Lago di Bomba, Lago Sant’Angelo) i fiumi, in particolare Aterno-Pescara (135 km), Sangro, Tronto, Vomano, Tordino e Liri e due cascate (del Verde e di Zompo).
L’industria si è sviluppata rapidamente soprattutto nei settori metalmeccanico, alimentare, del trasporto e delle telecomunicazioni. Altre industrie importanti sono quella chimica, dell’artigianato e tessile. La zona più industrializzata della regione è la Provincia di Teramo, che presenta uno degli indici di industrializzazione più alti d’Italia (il settore secondario occupa il 34% della forza lavoro) e si colloca tra le prime province per crescita industriale. Un settore molto sviluppato nell’economia abruzzese è l’esportazione: l’Abruzzo occupa la quinta posizione tra le regioni italiane dopo la Sardegna, la Sicilia, la Valle d’Aosta e l’Emilia-Romagna, con una percentuale del 50,1%. I più importanti nuclei industriali della provincia si concentrano nella Marsica, in particolare nella città di Avezzano, dove sono presenti industrie ad alta tecnologia (LFoundry-SMIC, Micron Technology, Centro spaziale del Fucino), cartiera Burgo ed industrie di trasformazione dei prodotti agricoli fucensi, ed attorno ai poli industriali di L’Aquila e Sulmona.L’artigianato abruzzese è diventato nel corso degli anni uno dei settori economici più floridi economicamente per la regione; l’Abruzzo è una delle poche regioni italiane in cui si è conservata questa tradizione e oggi quest’ultimo produce prodotti quali la ceramica, il ferro, l’oro, i merletti e i tessuti, il rame, la pietra, gli strumenti musicali, il legno. 
Nonostante i terremoti talora devastanti, l’Abruzzo possiede una numerosa presenza di luoghi storici e artistici, vantando diversi centri medievali e rinascimentali ben conservati; notevoli soprattutto i borghi, 23 dei quali figurano nella lista dei “Borghi più belli d’Italia“. Ciò è dovuto specialmente all’isolamento di alcune aree di montagna, come la piana di Campo Imperatore o la Conca Peligna, che hanno permesso la conservazione totale sia dei nuclei storici, che delle tradizioni popolari. Notevole il sito archeologico di Peltuinum
Oltre all’Aquila, Chieti e Teramo, che vantano centri storici ricchi di antiche chiese, pregevoli palazzi civici, musei e siti archeologici, tra le città d’arte abruzzesi si annoverano Sulmona, che diede i natali ad Ovidio, Tagliacozzo, Atri, che contende alle città di Adria e di Jader, l’odierna Zara, l’etimologia del nome Mare Adriatico, Giulianova, chiamata un tempo la Posillipo degli Abruzzi, vero esperimento di città ideale del Rinascimento, Campli, Civitella del Tronto, con la sua poderosa fortezza borbonica, l’ultima ad arrendersi all’unificazione nazionale, Scanno, Lanciano, Ortona, Guardiagrele, Vasto (anticamente chiamata l’Atene degli Abruzzi) e Penne.
Fra i numerosi castelli, di maggior interesse figurano la Fortezza di Civitella del Tronto (XVII secolo), il Castello Aragonese di Ortona (XV secolo), il Castello di Roccascalegna (XI secolo) e il Forte spagnolo dell’Aquila (XVI secolo). 
L’Abruzzo vanta un patrimonio alimentare e gastronomico di incredibile varietà e originalità, frutto di lavorazioni artigianali, tramandate di generazione in generazione. 
I settori produttivi principali sono l’allevamento, l’agroalimentare, il fitosanitario, caccia e pesca, attività forestali ed energie rinnovabili. Tra i prodotti e i piatti tipici troviamo il liquore allo zafferano, la Pizza di Pasqua, il Parozzo, i pasticci di Rapino, Quando Primo Levi visitò la regione, colpito dalla sua bellezza e dall’animo dei suoi abitanti, definì l’Abruzzo “forte e gentile”. Quella citazione è da quel momento il motto della regione e dei suoi cittadini. Per quanto riguarda le attività di vacanza, relax e di svago, è possibile dedicarsi a escursioni organizzate con il parco, escursioni a cavallo, albering, escursionismo, cicloturismo, canoa e birdwatching, il canottaggio sul Lago di Bomba ed infine turismo balneare su Lago di Scanno e Lago di Campotosto.

Ti potrebbe interessare

Imperiumweb sui

Поделиться в facebook
Поделиться в twitter
Поделиться в linkedin