La Cucina Italiana
Tutte le migliori ricette de La Cucina Italiana.
Leggi qui
Per gli auguri
In questa pagina troverai delle belle frasi per gli auguri.
Leggi qui
Per ridere
Perché abbiamo bisogno di barzellette? Perché vogliamo ridere.
Leggi qui
Calcio
La storia del calcio italiano.
Leggi qui
Citazioni
Una citazione è la ripetizione di un'espressione che viene riportata in un testo da una persona diversa dall'autore.
Leggi qui
Film
Film in Streaming e Serie Tv.
Leggi qui
Cinema
Trova il cinema più vicino.
Leggi qui
Musica
La musica è il prodotto dell'arte di ideare e produrre. Ascolta la tua musica preferita.
Leggi qui
Giochi
Giochi flash gratis. Clicca qui e gioca subito gratis.
Leggi qui
TV Online
Tutte le TV italiane in streaming visibili da smartphone, tablet e PC.
Leggi qui
Предыдущая
Следующая

Barzellette

Il capoufficio alla sua segretaria: “Signorina, domenica sera è libera?” “Oh sì!”. “Non ha impegni?” “Oh, no!” “Bene, allora cerchi di essere puntuale lunedì mattina!”

“Armando, si può sapere cosa c’è tra te e la signora del piano di sopra?” “Il soffitto!”

Telefonata in borsa: “Pronto, ci sono novità?” “Il dollaro scende, la sterlina e lo yen salgono”. “E l’Euro?” “E’ in mezzo a una strada che aspetta un passaggio”.

In albergo. “Scusi, quanto costa una camera nel vostro albergo?” “Dipende dalla posizione che sceglie”. “Beh, io di solito dormo sul fianco sinistro”.

In albergo. “Guardi, portiere, l’avverto che ho un topo nella mia camera”. “Non si preoccupi, mi darà i suoi documenti domani mattina!”

Sapete perché la giustizia va così lenta? Per farsi raggiungere dall’amnistia.

“Posso offrirti un caffè?” “No, perché sennò poi non dormo”. “Aho, ma è mattina!” “Appunto, sto andando in ufficio”.

Una testa come la tua non si sorregge con un colletto, la si nasconde nei pantaloni.

“Chi è che ha scritto tutte queste stronzate?”, disse il cieco toccando una grattugia.

Ma il cuore di certa gente non si domanda mai se valga la pena di fare tanta fatica per pompare sangue fino al cervello?

Come iniziano le favole russe? C’era una vodka...

Sono uno statale e come tutti gli statali lavoro pochissimo. Quandò morirò scriveranno che riposo per l’ultima volta.

Non perdonerò mai a Noè di aver imbarcato anche una coppia di zanzare.

“Caso” è lo pseudonimo di Dio quando non vuole firmare.

La storia di Adamo ed Eva fu il primo melo-dramma.

Una donna veramente brutta si presenta alla cassa dello zoo e domanda un biglietto. L’impiegato gliene da due. La signora si stupisce: “Ma sono sola, non ho bisogno di due biglietti!” “Sì! Uno per entrare e uno per uscire!”

Il panda fa fatica a riprodursi? Per forza! Con tutti quegli ecologisti che lo stanno a guardare...Provate voi ad affrontare un coito con quaranta panda intorno al letto che vi urlano “Forse ce la fa! Forse ce la fa!”

Il figlio di un genovese ha ingoiato dieci centesimi. “Bisogna subito chiamare un medico!”, grida la madre. E il marito: Dico ma sei matta? Vogliamo spendere cento euro per recuperare dieci centesimi?!”

Cosa votano gli ambientalisti di sinistra? Falce e mirtillo!

“Non c’è animale più stupido della Marmotta”, disse l’etologo. Sta ferma ore e ore a contemplare il sole”. “Non c’è animale più stipido dell’etologo”, disse la Marmotta. “Sta fermo ore e ore a contemplare me”.

In seguito alla recenti grandi manovre economiche, è stato deciso di istituire la festa del governo. Cadrà il giorno di San Guisuga.

Tra zanzare: “Oh, ma che gusto ci troveranno gli uomini a prendersi a schiaffoni durante la notte?”

In Tribunale il giudice all’imputata: “Quanti anni avete?” “Ho contato 24 primavere, signore”. “Bene, ora cercate di ricordare quando vi siete stancata di contare”.

Carletto torna molto felice dalla scuola. La mamma gli chiede. “Ti vedo contento, Carletto. Ti piace la scuola, vero?” “Mamma, ti prego, non confondere l’andata con il ritorno!”

Nell’osteria di un paesetto. “Ogni giorno mi rallegro di più di non essere nato cinese”. “Perché?” “Perché non capisco proprio quella lingua!”

Alla stazione: “Quanto prende per portare le valigie?” - chiede un genovese a un facchino. “Dieci euro la prima, cinque euro le altre”. “Bene, prenda pure le altre che alla prima ci penso io...”

Una macchina della polizia è completamente rovesciata: “Ma che è successo?” “Niente, niente. Stiamo solo svuotando i posaceneri”.

“Sa guidare la macchina?” - chiede un uomo ad un giovane. “Disgraziatamente no, signore”. “Molto bene, allora resti qui a dare un’occhiata alla mia”.

Due amici sono seduti al bar. “Cameriere, mi porti una tazza di tè”. “Anche a me. E mi raccomando: che la tazza sia ben pulita!” Dopo qualche minuto, il cameriere torna col vassoio con sopra le due tazze di tè e dice: “A chi va la tazza ben pulita?”

Tra amiche: “Mio marito adesso quando fuma non lascia più cadere la cenere sul pavimento” “Ha messo giudizio?” “No, ha messo su pancia!”

Il bambini cinese: “Mamma, mamma, mamma, mamma che cos’è un flocio?” La mamma: “Un flocio, calo, un flocio è...un pedelasta”. “Mamma, mamma, che cos’è un pedelasta?” “Un pedelasta, calo, è un uomo che ha una malattia inculabile”.

E il Signore distrusse Sodoma e Gomorra ricoprendole di zolfo e fuoco. Gli angeli in coro dissero: “Signore, passi per Sodoma, città di sodomiti, ma perché hai distrutto pure Gomorra?” “Mah...Gomorra, città di gomorroidi...mi faceva un po’schifo!”

“Io a scuola non ci voglio più andare!” “Perché?” “Perché mi picchiano, mi prendono in giro tutti, e poi perché non mi piace”. “Invece tu ci vai!” “Ho detto di no!” “Filippo! Smettila di fare i capricci! Vergognati alla tua età! Hai 50 anni, e poi ricordati che di quella scuola sei il preside!”

Imperiumweb sui

Поделиться в facebook
Поделиться в twitter
Поделиться в linkedin